Un viaggiatore sul treno
Viaggiare aiuta a lasciarsi alle spalle la fine di un amore.

A tutti è capitato di essere vittima di una delusione d’amore. Tutti abbiamo affrontato, almeno una volta nella vita, la sofferenza di una storia finita. Che si tratti dell’epilogo di un giovane amore o di un vero e proprio divorzio, la separazione è un dolore spesso difficile da affrontare ed è facile ritrovarsi a trascorrere le proprie giornate chiusi in casa da soli a pensare e ripensare a quello che non è più. La fine di una storia significa sia perdere la persona amata, sia dover abbandonare certezze e abitudini. Proprio per questo motivo andare avanti è spesso così difficile. In questo articolo provo a spiegarti come superare una rottura attraverso un viaggio. Decidere di partire per dimenticare non è semplice, ci vuole coraggio, ma ti aiuterà a voltare pagina, a ritrovare il sorriso e a essere di nuovo padrone della tua vita. Partire per dimenticare è un ottimo modo per andare avanti.

Perché il viaggio aiuta a dimenticare la fine di un amore

Quando un amore finisce ci si ritrova spesso a riflettere sul passato, ci si fissa sulle azioni e sui comportamenti di ieri, ci si domanda in continuazione cosa e come si è sbagliato. Quando una storia d’amore termina ci si dimentica di guardare avanti e ci si fossilizza su ciò che non c’è più. Siamo convinti di dover trovare una spiegazione razionale a ciò che è accaduto, dimenticandoci che il più delle volte per superare una rottura bisogna intenderla come la necessità di un cambio di direzione.

Non è semplice, ma bisogna riprendere la situazione in mano, smetterla di colpevolizzarsi, accettare i sentimenti come rabbia, dolore e gelosia e andare avanti, aprendosi a nuove possibilità.

Certo, queste possono apparire come frasi fatte, potresti ribattere che è più facile dirlo che farlo e avresti regione! Solo tu puoi davvero percepire la tua tristezza ed è proprio per questo che il mio consiglio è quello di cambiare prospettiva: smetti di chiederti cosa va bene e cosa va male, accetta la situazione e apriti al nuovo!

Vuoi sapere qual è il modo migliore per farlo? Viaggiare, ovviamente!

Tra i suggerimenti che avrei potuto darti su come superare una rottura quello che, secondo me, è davvero universalmente valido è quello di prendere la propria vita in mano e decidere di partire. Si può partire con degli amici o puoi optare per un viaggio da solo, puoi prenderti un weekend o, in caso avessi la possibilità, alcuni mesi. Quel che conta è darti la possibilità di capire quanto il mondo sia immenso e ricco di occasioni: quello che è appena finito non è unico e insostituibile!

Viaggiare permette di conoscere nuove persone, di scoprire usi e tradizioni diverse dalle nostre e aiuta a capire meglio noi stessi, i nostri limiti, le nostre difficoltà e i nostri desideri più profondi.

3 motivi per cui il viaggio aiuta a superare una rottura

Di seguito ho deciso di elencarti i 3 motivi principali per cui, secondo me, viaggiare è uno dei migliori metodi per superare una rottura.

1. Viaggiare aiuta ad aumentare la propria autostima

Uscire dalla propria zona comfort, abbandonando la routine e le abitudini, aiuta a crescere.

Anche se all’inizio questo ti potrà far paura, scoprirai presto come sia facile relazionarsi con nuove persone e con nuovi modi di vivere. Il viaggio ti aiuterà a trovare nuovi stimoli e ogni volta che penserai di essere in difficoltà ti ingegnerai per trovare una soluzione: con il tempo scoprirai cose di te che non conoscevi affatto e ti meraviglierai di te stesso.

2. Viaggiare aiuta ad allargare i propri orizzonti

Può sembrare una cosa banale, ma tutti noi siamo vittime di stereotipi e semplificazioni. Il viaggio ci permette di scoprire nuove verità e realtà diverse da quelle che avevamo immaginato. Al ritorno da ogni nuovo viaggio siamo più consapevoli di quanto il mondo sia vario, ricco e complesso e saremo in grado di guardare le cose attraverso nuove prospettive e tramite punti di vista differenti.

3. Viaggiare aiuta a creare nuovi legami

Altro che social networks! Il viaggio è il miglior modo per incontrare e conoscere nuove persone!

Sii sempre pronto al confronto e a scambiare una parola con un altro viaggiatore: imparerai sempre cose nuove e inizierai ad avere amici sparsi un po’ ovunque!

Come superare una rottura: 3 viaggi perfetti per partire e dimenticare

L’importante è partire, è vero, ma ci sono 3 destinazioni che ti consiglio di tenere in considerazione se hai deciso di viaggiare per dimenticare. Da mete più vicine, a Paesi lontani, ecco dove dovresti andare per superare una rottura.

1. Firenze, Italia

Firenze è la meta perfetta per allontanarsi dalla routine quotidiana e ritornare a meravigliarsi. Il suo centro storico è un museo a cielo aperto e le sue gallerie d’arte sono uniche e irripetibili.

Tra una visita al Museo degli Uffizi e la salita sulla Cupola del Brunelleschi avrai di certo poco tempo per essere triste e riscoprirai quanta bellezza hai intorno!

2. Champagne, Francia

C’è chi decide di superare una rottura ubriacandosi… A volte, infatti, una bevuta è uno dei “rimedi” più istintivi di chi desidera non pensare più a nulla! Tu dovresti proprio lasciar perdere l’idea di chiuderti in un qualsiasi bar per bere super alcolici che ti causeranno solo un orribile mal di testa e dovresti optare per un bellissimo viaggio nella regione dello Champagne, in Francia.

Qui, tra i paesaggi meravigliosi che hanno dato i natali a uno dei vini più famosi di sempre, preparati a giri in bicicletta e interessanti degustazioni di bollicine… piano piano il vino e l’atmosfera allevieranno ogni pena!

3. Auckland, Nuova Zelanda

Vorresti andare dall’altra parte del mondo per allontanarti da tutto e tutti? Bene, vai a Auckland, in Nuova Zelanda!

Qui tra spiagge e quartieri pittoreschi ti rilasserai di certo. Ti troverai dall’altra parte del globo e l’unica cosa che potrai fare sarà goderti il panorama dalla Sky Tower, andare in gita alla foresta pluviale o fare un’ottima degustazione di vini nelle aziende fuori città.

Partire per dimenticare: 4 libri che raccontano come viaggiare aiuti a dimenticare

Ti ho lasciato una serie di consigli su come superare una rottura e ti ho raccontato come partire per dimenticare possa davvero essere un’ottima idea per non lasciarsi sopraffare dal dolore. Ora voglio consigliarti 4 libri che, secondo me, dovresti leggere. Ho scelto questi 4 titoli perché credo che possano aiutarti ancora di più a capire come il viaggio sia uno dei modi migliori per superare delusioni e sofferenze.

1. Guida per salvarsi la vita viaggiando, Luigi Farrauto e Remo Carulli

Guida per salvarsi la vita viaggiando è la prima guida Lonely Planet pensata in base alla personalità e alle emozioni di ognuno di noi. Qui troverai più di 500 destinazioni adatta a chiunque, dalle persone inquiete, a coloro che sono stressati a causa del lavoro, da chi cerca un modo per superare una rottura a chi un semplice posto dove poter staccare la spina.

2. Curarsi con i libri, rimedi letterari per ogni malanno, Susan Elderkin e Ella Berthoud

In questo libro si trovano delle vere e proprie “ricette” per curarsi. Non si parla di viaggi in senso stretto, ma possiamo dire che Curarsi con i libri, rimedi letterari per ogni malanno di Susan Elderkin e Ella Berthoud sia un vero e proprio viaggio nella letteratura.

Un romanzo è in grado di cambiarci la vita se lo leggiamo nel momento esatto ed è per questo che le autrici propongono un libro e un autore per ogni nostro malanno. Questo è un titolo un po’ diverso dal solito in cui l’ironia e la leggerezza faranno davvero venir voglia di leggere e rileggere romanzi con un approccio nuovo e forse più empatico. Un vero e proprio elogio alla letteratura.

3. Mangia prega ama, Elizabeth Gilbert

Mangia prega ama è un romanzo autobiografico che racconta il viaggio della scrittrice in giro per il mondo a seguito del divorzio con il marito. Il viaggio parte dall’Italia (dove la scrittrice mangia e si gode la vita), attraversa l’India (dove la scrittrice prega e incontra la spiritualità) e termina a Bali (dove la scrittrice ama e riscopre la bellezza di questo sentimento). Un romanzo davvero emozionante da cui è stato tratto anche un film con protagonista Julia Roberts.

4. Andare avanti, Christian Cappello

L’ultimo romanzo che ti propongo è Andare avanti di Christian Cappello. Questo non è un libro che parla di come superare una rottura, Christian, purtroppo, la moglie l’ha persa per sempre, così come ha perso suo figlio, il piccolo Leonardo, che Marta portava in grembo. Dopo le prime settimane di sconforto e dolore lancinante, Christian decide di partire per un viaggio a piedi in giro per l’Italia per raccogliere fondi a favore dei malati di fibrosi cistica. Il libro è il racconto di alcuni dei momenti più emblematici del suo viaggio che, grazie a una scrittura semplice e pulita, accompagnano il lettore, tra sorrise e lacrime, a una riflessione profonda sulla vita.

Non ho la pretesa di dirti che partire per dimenticare sia la soluzione definitiva alla sofferenza provocata dalla fine di una storia, ma spero che questi consigli su come superare una rottura attraverso il viaggio possano aiutarti ad andare avanti, a stare un po’ meglio e a cercare di voltare pagina.

Articolo di Selene Scinicariello.