Copertina del libro
Copertina del libro "I Love Japan. In viaggio con Emiliano Pepe. 20 posti pazzeschi da vedere in Giappone” di La Pina

Se Tokyo è pazzesca, il Giappone è pazzeschissimo!”, questo l’entusiastico incipit della Pina, l’autrice di “I Love Japan”, un libro che ti porterà a fare un viaggio a zonzo per un Paese capace di regalare sensazioni incredibili.

Leggi la recensione per scoprire i luoghi meno turistici del Giappone.

“Una costante malinconia mi accompagna da anni… il Giappone! Vivo nell’attesa di tornarci. Ci vado appena posso e nel momento in cui ho il biglietto in tasca, mi succede una cosa stranissima: mi invidio da sola!”

“I Love Japan”: 20 luoghi poco noti del Giappone e più amati dalla Pina

Iniziamo dalle presentazioni e quindi dall’autrice. La Pina, all’anagrafe Orsola Branzi, è una nota conduttrice radiofonica e conduttrice tv italiana che ha debuttato come rapper nella crew tutta al femminile Le Pine, da qui il suo nome d’arte. La passione più grande della Pina – dopo suo marito Emiliano Pepe – è il Giappone.

Ha iniziato ad andarci quando era ragazzina con la famiglia, ed è stato amore a prima vista. Dalla sua prima volta, alla pubblicazione del primo libro “I Love Tokyo” (se te la fossi perso, ecco la mia recensione), c’è stata ben 43 volte! Ad oggi la quota è sicuramente aumentata…

Naturale proseguimento del suo predecessore, “I Love Japan” è un libro speciale che ti porta a scoprire posti veri, fuori dai classici pacchetti vacanza. Luoghi in cui la gente vive, lavora, mangia e ama.
La Pina condivide il suo Giappone preferito, i posti che le hanno fatto battere il cuore all’impazzata, che le hanno riempito l’anima di gioia e vere avventure, mete segrete e spazi incantati. Tutti i luoghi citati non vengono presentati in maniera oggettiva e didascalica, ma sono intrisi d’amore. Come la stessa autrice afferma, si tratta di luoghi “magici che invadono la mente, ci fanno sudare le mani e quando ci pensiamo abbiamo sempre il sorriso stampato sulla faccia”. Non sono solo viaggi, ma vere e proprie storie d’amore….

Inizia oggi a viaggiare! Acquista I love Japan di La pina

“I Love Japan”: il racconto di esperienze vere ed autentiche

Un libro pieno di vita vera e di persone autentiche. Di sapori, di odori e soprattutto di tutti i modi per vedere e vivere al meglio un Giappone fuori dai soliti giri.

I mari cristallini di Yoron, i treni matti che sembrano usciti da un film di Miyazaki, i monaci un po’ strani, le modalità inusuali per coltivare il riso, le acque curative di onsen tattoo friendly, la vita dentro gli incantevoli ryokan, i templi nascosti sulla cime delle montagne, i cibi misteriosi, le cacciatrici di perle, la neve più bianca che hai mai visto…

Ecco un rapido antipasto degli argomenti trattati in “I Love Japan”.

Alcuni, anzi tanti, luoghi di quelli che vengono presentati, hanno storie interessantissime, costellate da leggende, talvolta romantiche e talvolta più impressionanti. Come non rimanere scioccati, tanto per citarne una, dal racconto sui monaci Sokushinbutsu che, attraverso un lungo e particolare rituale religioso, predispongono volontariamente il proprio organismo a un processo di “automummificazione” al fine di raggiungere il Nirvana.

Curiose e bizzarre, talvolta queste vicende hanno addirittura un che di surreale, quasi magico. A tal proposito, mi viene in mente l’avventura al tempio Chokokuji, sull’isola di Sado, sorvegliato da un monaco-custode che, per aiutanti ha… centinaia di teneri e minuscoli coniglietti!

Ennesima dimostrazione di un viaggio per nulla vacanziero, ma volto a conoscere gli aspetti realmente profondi di un luogo; ed ancora, le esperienze concrete vissute a stretto contatto con la gente del posto. Numerose infatti le visite presso aziende produttrici locali (di riso, soia, sake, tessuti…), così come pure l’alloggiare in un “minpaku” (più o meno il corrispettivo giapponese di un Bed & Breakfast), che significa essere ospite a casa della gente del posto e condividere con loro non solo gli spazi ma anche il cibo, i costumi e il tempo.

“I Love Japan”: la struttura del libro

Il libro è suddiviso in 20 capitoli dedicati ad altrettante tappe nel Paese del Sol Levante, da nord a sud; e il tutto viene introdotto da 5 capitoli generici con informazioni pratiche.

Come avrai già capito, non è necessario leggere il libro in maniera continua, dall’inizio alla fine, ma potrai scegliere i capitoli che più ti attirano, saltando da un posto all’altro in base alla voglia e all’interesse del momento.

Ogni meta – alias ogni capitolo – viene introdotto dal passaporto (i classici passaporti turistici, non di certo quello ufficiale rilasciato dalla Questura!) dove vi è lasciato uno spazio appositamente adibito a ricevere il timbro della località, dove sono indicati la mascotte del luogo (che di solito coincide anche con il souvenir da portarsi a casa, sotto forma di portachiavi, maglietta, tazza o qualunque cosa tu preferisca) ed il grado di difficoltà dell’escursione.

A seguire, una scheda relativa al luogo che si sta per conoscere e del quale, rispettivamente, vengono indicati in maniera sintetica:

  • Nome
  • Indirizzo
  • Distanza da Tokyo (ed eventualmente da un’altra delle mete descritte nel libro)
  • Tempo di viaggio
  • Mezzi da prendere
  • Cosa ti serve
  • Cosa mangiare assolutamente
  • Cosa comprare assolutamente
  • Cosa fare assolutamente
  • Tempo minimo di permanenza
  • Quando andare

Via quindi alla presentazione del luogo scritta col cuore. Ogni riga emana ricordi ed emozioni, ma anche sapori, profumi e sensazioni corporee.

Ma non è ancora finita. “I Love Japan” può anche essere considerato anche come una utile guida del Giappone. Nel corso di una narrazione emozionale, c’è spazio anche per tanti consigli pratici molto utili. In maniera discorsiva e del tutto naturale, vengono infatti suggeriti luoghi, specialità gastronomiche locali da assaggiare, escursioni da non perdere (specificando in questo caso se possono essere intraprese in maniera autonoma o se è consigliato avvalersi di esperti local), ed ancora, se e quando è necessario prenotare… Il tutto chiaramente ben identificabile grazie all’indicazione di link, indirizzi mail e numeri di telefono. Più precisi di così!?!

Il tutto si conclude con un utilissimo glossario e un calendario riassuntivo dei più importanti Matsuri (festival) che si svolgono nel corso dell’anno nei 20 luoghi presentati. (Considera che in tutto il Giappone se ne contano oltre 100 mila!)

“I Love Japan”: un libro pop

Proprio come “I Love Tokyo”, anche “I Love Japan” ha uno stile tutto suo. Un po’ pop (come la sua autrice) e un po’ manga (come il Paese che racconta). Decisamente accattivante!

La Pina scrive e ti spiega le cose in maniera “super easy”: semplice, informale e colloquiale, ma comunque completa, approfondita e mai superficiale o dilettantistica. Alcuni temi vengono infatti spiegati in maniera più approfondita tramite appositi focus, facilmente individuabili anche a livello grafico. Ma non solo, grazie alle numerose fotografie e ai tanti video e le musiche originali di Emiliano Pepe – accessibili tramite QR code – potrai vivere i vari luoghi ancor più intensamente, e con tutti i sensi. Ti sembrerà quasi di essere là…

Inoltre troverai tantissime illustrazioni in stile manga e dettagli kawaii, che oltre ad avere uno scopo esplicativo, rendono la lettura dinamica e simpatica.

Recensione di Federica Ermete