Copertina del libro
Copertina del libro "Il coraggio della felicità: Il mio giro del mondo in solitaria sulle orme di Ida Pfeiffer" di Loredana Scaiano
Ad

Partire a 49 anni per un giro del mondo in solitaria ti sembra un’impresa folle? E se a farlo fosse addirittura una donna? Loredana Scaiano ci racconta la sua avventura nel libro Il coraggio della felicità dimostrandoci non solo che ciò è possibile, ma che addirittura già nell’Ottocento una donna era fuggita alle convenzioni per ritrovarsi libera in un viaggio intorno al mondo!

“Per 134 giorni il più delle volte ho posseduto solo lo spazio di un materasso di un letto a castello, e mi bastava a contenere tutto, perché in quello spazio c’era tutto il mondo, il mio e quello di fuori.”

Un “giro del mondo in solitaria sulle orme di Ida Pfeiffer

Era il 1846 e Ida Pfeiffer aveva 49 anni. Il primo Maggio la donna lasciava la sua Vienna per lanciarsi in un’impresa davvero incredibile per l’epoca: fare il giro del mondo in solitaria!

Ida era stata una bambina ribelle, una moglie silenziosa e una mamma pronta a sacrificarsi per i propri figli, ma la vita vissuta fino a quel momento non era stata adatta a lei. Per questo motivo non appena le fu possibile scelse di dedicarsi interamente alla sua più grande passione: i viaggi.

Armata di coraggio e curiosità Ida viaggiò da Rio de Janeiro a Capo Horn, da Hong Kong all’India, dalla Persia fino all’Armenia e, infine, in Grecia. Due anni in giro per il mondo, vivendo situazioni e avventure decisamente impensabili per una donna dell’epoca. I suoi libri divennero veri e propri best seller.

Nel 2017 Loredana Scaiano ha ripreso in mano i libri di quella donna coraggiosa che un paio di secoli prima aveva avuto il coraggio di seguire i propri sogni e la propria felicità. Da quelle letture è nata l’idea di un nuovo viaggio.

Ad

Loredana, anche lei quarantanovenne, decide di lasciare la quotidianità per vivere un’avventura ancora oggi fuori dagli schemi per una donna sola: fare il giro del mondo.

L’autrice, guidata dalle parole di Ida, dai suoi racconti e dal suo itinerario, sceglie di partire e di abbandonare dietro di sé le convenzioni imposte dalla società. Non è vero che una donna sola non può passeggiare da sola in una città lontana. Non è vero che una donna di quasi cinquant’anni non può più reinventarsi. Non è vero che il giro del mondo è solo un’esperienza che si vede nei film. Non è vero che quello che i media ci raccontano è sempre la verità.

Loredana parte per un viaggio ricco di sorprese, in cui, forse, la scoperta più grande è proprio la capacità di essere felice in maniera diversa da quella provata fino ad allora.

Inizia ora a viaggiare! Acquista Il coraggio della felicità di Loredana Scaiano su Amazon.

Il coraggio della felicità: cambiare vita alla soglia dei 50 anni

A dividere Ida e Loredana ci sono due secoli di Storia, ma le due donne sono accumunate dalle stesse passioni, dallo stesso desiderio di esplorare il mondo e dalla stessa necessità di libertà.

Nonostante la distanza temporale, Ida e Loredana sono vicinissime tra loro: entrambe hanno deciso di rimettersi in gioco a quasi 50 anni ed entrambe hanno preso la coraggiosa decisione di viaggiare da sole.

Come Ida in passato, anche Loredana veniva da una vita che non le apparteneva più, da un matrimonio finito e da un senso di frustrazione nei confronti di una società che la teneva in gabbia. Il suo viaggio non è un semplice giro intorno al mondo: il suo viaggio è il suo riscatto, la strada per ritrovare sé stessa.

134 giorni in giro per il mondo: il viaggio e un passo verso la libertà

Brasile, Argentina, Cile, Isola di Pasqua, Polinesia, Nuova Zelanda, Cina, Hong Kong, Singapore, Sri Lanka, India, Golfo Persico, Oman, Emirati Arabi, Iran, Armenia, Georgia e Grecia sono le tappe del viaggio di Loredana Scaiano che dura 134 giorni.

L’autrice visita luoghi indimenticabili, città caotiche e veri e propri paradisi naturali. Viene ospitata da persone che diventeranno amici, si ferma a parlare con gente che l’aiuterà a comprendere meglio un modo di vivere totalmente diverso dal suo, a volte viene importunata da sconosciuti e altre volte si lascia andare all’umana debolezza di giudicare con troppo anticipo sui tempi.

Loredana si scopre capace di dormire in un ostello, di saper condividere le giornate con persone più giovani di lei e di essere in grado di affrontare gli imprevisti, anche quelli più duri.

Non si dispera quando la proprietaria della casa dove dovrà soggiornare non si presenta all’appuntamento in aeroporto e non abbandona il suo viaggio quando un problema la costringe a rallentare.

La vita è un viaggio pieno di imprevisti e l’unico modo per affrontarli è reagire. Per essere felici, infatti, bisogna avere coraggio.

Recensione di Selene Scinicariello.

Ad
Articolo precedenteDestinazione Italia: il libro dei travel blogger per una giusta causa
Articolo successivoLa leggenda di Jólakötturinn, il (cattivo) gatto gigante islandese
Sotto il nome "Mappalibro" si radunano numerosi viaggiatori, blogger e professionisti del digitale che attivamente partecipano alla stesura di articoli e recensioni per questo portale. Trovi il nome dell'autore di questa recensione alla fine dell'articolo.