Copertina del libro
Copertina del libro "Mondoviaterra. 467 giorni, 108.000 Km. Senza bucare il cielo ” Eddy Cattaneo
Ad

Mondoviaterra è il diario di viaggio di Eddy Cattaneo che nel 2008, a 40 anni, sceglie di licenziarsi per seguire l’irrefrenabile desiderio di fare il giro del mondo senza mai prendere un aereo. Tra le pagine di questo libro incontrerai luoghi, persone, sogni e desideri. Riderai, immaginerai e ti fermerai a riflettere fantasticando un’avventura che possa accompagnare anche te fino alla fine del mondo e ritorno.

“[…] lasciando che il mio centro di gravità venga sempre spostato, in uno scambio ininterrotto che mi sta plasmando nel profondo. Dove il tatuaggio è questo adesso: viaggiare è graffiarsi.”

40 anni, 467 giorni e 108.000 km di strada percorsa: il viaggio di Eddy Cattaneo

Eddy Cattaneo ha 40 anni quando, vistosi rifiutare un periodo di aspettativa dalla società per cui lavora, decide di licenziarsi.

Qual è il motivo di una scelta che molti giudicheranno decisamente folle? Il desiderio, anzi la necessità, di partire. Eddy la descrive come una febbre, una malattia che non può guarire se non assecondando lo stimolo, lasciando tutto e mettendosi in marcia.

In passato l’autore aveva girato l’Italia in sacco a pelo e poi l’Europa a bordo di una vecchia Golf. Nel 2008 è arrivato il turno del mondo.

Senza limiti di tempo e di spazio Eddy decide di incamminarsi lungo questa avventura nel modo più lento possibile: eliminando l’opportunità di spostarsi con l’aereo.

Ad

Nessun itinerario definito, solo un controllo per capire se la sua idea sarebbe stata realizzabile: una volta capito che esisteva almeno un percorso possibile, non ha esitato ed è partito. Le tappe sono arrivate lungo il cammino seguendo il proprio istinto, i propri desideri e i suggerimenti delle persone incontrate lungo la strada.

Così, per 467 giorni, la casa di Eddy è diventata il mondo. Con un solo paio di scarpe percorre 108.000 km spostandosi a piedi, con mezzi locali e navi cargo attraverso 34 Paesi: da Padova alla Russia, dalla Cina alla Thailandia, dalla Terra dei Fuochi al Brasile, fino all’Africa.

Si sposta da una parte all’altra del mondo aggiungendo timbri sul passaporto e vestendo il mondo addosso: porta una camicia thailandese, dei pantaloni pakistani e scrive con una matita cinese. Il viaggio è parte di lui e il suo racconto, semplice e divertente, scorre veloce tra aneddoti, riflessioni e tante interessanti informazioni pratiche che ti coinvolgeranno totalmente nella sua avventura.

Inizia oggi il tuo viaggio! Acquista Mondoviaterra di Eddy Cattaneo su Amazon

Mondoviaterra: il giro del mondo senza prendere mai un aereo

Eddy, lo dice lui stesso, vuole “sentire la terra cambiare sotto ai piedi giorno dopo giorno” ed è per questo che sceglie di non prendere mai un aereo.

Il suo è un viaggio lento, che prosegue passo dopo passo, tra un treno russo, un inarrestabile ciclorisciò nepalese che schiva il traffico con fare deciso, un bus indiano che ferma solo su richiesta ad alzata di mano, una nave cargo che attraversa il Canale di Panama in 14 ore, una barca a vela di un capitano bipolare che si muove tra le isole caraibiche, il Treno della Morte in Bolivia, una moto guidata da un tuareg e un pulmino, in Mali, su cui rischia quasi di lasciarci le penne.

Il viaggio di Eddy dura più di un anno, non è scandito da alcuna tempistica da rispettare ed è guidato sì da una certa dose di incoscienza, ma soprattutto da tanto coraggio e ancor più fiducia nel prossimo.

Viaggiare con coraggio e fiducia

Mondoviaterra racconta di un viaggio spettacolare tra Paesi e paesaggi che cambiano in continuazione mostrando l’incantevole diversità del mondo.

Dalla caotica India, alla naturale bellezza del Perito Moreno, da Cartagena de Las Indias il cui nome rievoca storie di pirati, alle dune gialle del Sahara.

Cambiano i luoghi, i cibi e cambiano anche le persone, ma Eddy Cattaneo si muove sempre con fiducia nei confronti del prossimo. Senza mai essere sconsiderato accetta gli aiuti, i consigli e gli inviti che gli vengono offerti lungo la strada e in ogni dove incontra una nuova famiglia di cui sentirsi parte almeno per un po’.

Ti consiglio questo libro perché Eddy sa farsi testimone di ciò che vive in maniera unica, rendendoti partecipe di un viaggio invidiabile ed emozionante. Te lo suggerisco perché con ironia e semplicità, ma mai con superficialità, racconta usi e costumi di popolazioni lontane che spesso si conoscono solo per sentito dire. Ti invito a leggere Mondoviaterra perché questa lettura insegna a lasciarsi andare, a perdersi e ritrovarsi, ci mostra che non siamo soli e ci spinge a sentirci con più consapevolezza parte del mondo.

Recensione di Selene Scinicariello.

Ad
Articolo precedenteLame Rosse, il Grand Canyon delle Marche
Articolo successivoViaggio alternativo tra i laghi del Piemonte
Sotto il nome "Mappalibro" si radunano numerosi viaggiatori, blogger e professionisti del digitale che attivamente partecipano alla stesura di articoli e recensioni per questo portale. Trovi il nome dell'autore di questa recensione alla fine dell'articolo.