Copertina del libro
Copertina del libro "Sogna, viaggia, vivi" di Enrico Giovanni Botta

Pochi effetti personali, uno zaino e il desiderio di vivere un’esperienza indimenticabile. Questo è ciò che porta con sé Enrico Giovanni Botta durante il suo viaggio tra Ecuador, Perù, Bolivia, Cile e Argentina. Il suo è un viaggio che si delinea giorno dopo giorno, ora dopo ora e che viene raccontato in Sogna, viaggia, vivi, un libro che è in tutto e per tutto un diario di viaggio.

“Partendo con una mochila contenente il minimo indispensabile sto capendo quanto tutto il resto sia superfluo.”

Da viaggiatore a cittadino del mondo

Enrico Giovanni Botta ha sempre amato viaggiare e ha sempre amato farlo da solo. Cuba, Costa Rica, Thailandia, Sud Africa, India e Indonesia sono alcuni dei viaggi che l’autore ha intrapreso prima di lasciare il suo posto fisso come impiegato e la sua tranquilla quotidianità.

Stanco della vita di tutti i giorni e della routine, non più a suo agio con le idee che i media e la società ogni giorno cercano di imprimere nelle nostre menti, Enrico sceglie di iniziare un lungo viaggio in Sud America.

Spinto da molte letture, dalla bellezza e dalle esperienze vissute durante i suoi viaggi precedenti, l’autore prende consapevolezza di sé stesso e dei suoi desideri. Enrico vuole vivere la sua vita, vuole conoscere nuove persone e nuove culture, vuole visitare nuovi luoghi e scoprire il mondo. Enrico sceglie di lasciare la veste del semplice viaggiatore per diventare, come si definisce, “un cittadino del mondo”.

Enrico con questo viaggio ha scelto di inseguire un sogno, il suo. Lasciando il posto fisso, allontanandosi dal caos e dalla frenesia di ogni giorno, sceglie di riflettere sulla propria vita dando valore alla propria esistenza.

Da Quito a Ushuaia: un viaggio in Sud America

Sogna, viaggia, vivi è un libro semplice, scritto naturalmente senza artificiosità. Questo piccolo volume è un vero e proprio diario di viaggio in cui l’autore annota, giorno dopo giorno, le sue avventure, le sue esperienze e le sue emozioni.

Attraverso ogni pagina il percorso di Enrico si delinea con chiarezza ed è così che si iniziano a sognare quei posti e quei luoghi lontani che entrano immediatamente nella lista dei desideri dei prossimi viaggi.

L’itinerario in Sud America di Enrico dura diverse settimane e si sviluppa tra Ecuador, Perù, Bolivia, Cile e Argentina.

L’autore si muove in bus, in autostop e ogni tanto anche a piedi attraverso paesaggi che cambiano in continuazione. Si passa dalle grandi città ai piccoli villaggi sperduti, dai vulcani ai ghiacciai, dalle montagne ai deserti. Durante il viaggio tra le bellezze naturali di questa parte di mondo, Enrico incontra tante persone: coetanei, anziani, preti in missione, guide turistiche, venditori al mercato e bambini che giocano a palla in mezzo alla strada. Ciò che rende interessante questo libro è proprio la capacità di mostrare con spontaneità tutto quel mondo variopinto e diversificato del Sud America.

Enrico era partito con il desiderio di conoscere nuove persone e di scoprire nuovi punti di vista: questa immersione nelle terre sudamericane hanno sicuramente esaudito il suo sogno.

Sogna, viaggia, vivi: 169 giorni e 3.000 km senza un programma predefinito

Il viaggio di Enrico dura diversi mesi e ogni giornata è scandita dai suoi desideri, dalle sue sensazioni e da ciò che accade intorno a lui. Niente programmi scritti, nessun progetto definitivo: l’autore sogna di visitare alcuni luoghi più di altri, ma questo non gli impedisce di fermarsi in posti diversi, di trascorrere più tempo in uno piuttosto che in un altro luogo.

Enrico non ha fretta, vuole godersi ogni istante di quell’avventura. Dopo aver lasciato il suo posto fisso, dopo aver abbandonato una vita che non gli apparteneva più, desidera che ogni giorno sia unico e irripetibile. Così cammina per ore, si perde nei paesaggi, aspetta in balia del meteo, facendo autostop, che qualcuno lo carichi e lo accompagni a destinazione. Ogni persona incontrata ha qualcosa da raccontare e da insegnare e lui vuole assorbire tutto il possibile.

Sogna, viaggia, vivi è il semplice racconto di un viaggio che non tutti hanno la possibilità o il coraggio di intraprendere. Nella naturalità dei gesti compiuti da Enrico che sono raccontati tra le pagine del libro si impara a non dare per scontato nulla e a godersi ogni istante. Credo sia proprio questo a rendere piacevole e interessante questo piccolo volume. Un trekking, un amico ritrovato dopo tanto tempo, una festa con i nuovi compagni di ostello, una pioggia improvvisa o una cena in famiglia non hanno mai nulla di banale.

Recensione di Selene Scinicariello.